1024 Idee in comune - Committente elettorale: Pedrini MIlena

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Consiglieri Resoconto C.C. Resoconto Seduta del Consiglio Comunale del 23 giugno 2009

Resoconto Seduta del Consiglio Comunale del 23 giugno 2009

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Ordine del giorno

1 Elezioni del Consiglio Comunale del 7 giugno 2009. Esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità del Sindaco e dei Consiglieri Comunali. art. 41 del T.U.E.L.

2 Giuramento del Sindaco neoeletto: art. 41, comma terzo, dello Statuto.

3 Nomina del Presidente e del Vicepresidente del Consiglio Comunale. Art. 11, comma primo, dello statuto.

4 Comunicazione da parte del Sindaco delle avvenute nomine dei componenti della Giunta e del Vice Sindaco e presentazione delle linee programmatiche, relative alle azioni e ai progetti da realizzare durante il mandato politico amministrativo: art. 46 del D.lgs. 18.08.2000, N. 267.

5 Elezione dei componenti della Commissione Elettorale Comunale - C.E.C. art. 12 e segg. del D.P.R. 20 marzo 1967, n. 223 e s.m.i. e art. 35, comma secondo del regolamento.

 

La seduta è iniziata alle ore 21:16, di fronte ad una sala gremita in ogni ordine di posti.

All' appello mancavano i consiglieri Rinaldi Giuseppe, del PDL, e Chiodetti Giovanni, della Lista Simoncini.

In seguito alla rinuncia del consigliere Rinaldi il suo posto in Consiglio è stato preso con surroga immediata da Vivaldi Aldo, primo dei non eletti della sua lista. La convalida degli eletti è stata ufficializzata. Con l'arrivo di Chiodetti il Consiglio Comunale è completo.

Sono stati scelti come scrutatori i consiglieri Colombo, Della Ragione e Vasoli.

I gruppi presenti in Consiglio hanno resi pubblici i nomi dei propri capigruppo. Si tratta di Roberto Petacco (Insieme con Simoncini), Sandro Caponi (PDL), Matteo Lupi (Idee in Comune) e Roberta Semeria (Lega Nord).

Dopo il giuramento del Sindaco si è passati al terzo punto all'ordine del giorno.

Il Sindaco Simoncini ha presentato la candidatura di Marusca Bonini alla Presidenza del Consiglio, auspicando la piena convergenza sul suo nome come segno di buona volontà in un' ottica di leale collaborazione e confronto fra maggioranza ed opposizione.

I capigruppo dell'opposizione, pur esprimendo il massimo rispetto per la persona, hanno sottolineato invece come proprio in tale ottica sarebbe stato un segnale forte assegnare il ruolo di Presidente o Vicepresidente ad un consigliere di minoranza, ed hanno fatto il nome di Paolo Vasoli.

Nel suo intervento il capogruppo di Idee in Comune Matteo Lupi ha anche dato notizia dell'inizio delle riprese in streaming del Consiglio Comunale, come preannunciato dalla sua lista con richiesta formale.

Il Sindaco Simoncini, nella veste di Presidente del Consiglio Comunale uscente, ha vietato le riprese, adducendo problemi di opportunità e considerazioni formali, e concludendo che per essere super partes una iniziativa del genere non può essere realizzata da una singola lista ma deve partire dal Comune stesso.

Nella sezione comunicati stampa si può leggere un nostro commento sulla vicenda.

In seguito alla votazione Marusca Bonini è stata eletta Presidente del Consiglio Comunale con 14 voti su 21.

La maggioranza ha poi presentato come candidato alla carica di Vicepresidente Alessandra Colombo, che è stata parimenti eletta con 14 voti e l'astensione della minoranza. Le cariche avevano decorrenza immediata, e Marusca Bonini ha presieduto il Consiglio per il resto della serata.

Il quarto punto all'ordine del giorno prevedeva la presentazione dei componenti della Giunta Comunale e l'illustrazione delle linee programmatiche. Gli assessorati passano da 5 a 7 , ma spariscono quello alla cultura e quello alla sanità. La nuova giunta è formata da:

Gildo Bertoncini, confermato alla carica di Vice Sindaco e assessore con delega a urbanistica, edilizia e territorio;

Giovanni Schianchi, ambiente, rifiuti e raccolta differenziata, servizi al cittadino;

Alessandro Giovannoni, lavori pubblici, rapporti colla Pro Loco e cimiteri;

Silvia Magnani, commercio e attività produttive, turismo e pari opportunità;

Ivan Martorini, bilancio e finanze, formazione ed innovazione tecnologica, informatizzazione;

Guerrino Lazzerini, servizi sociali, integrazione, rapporti col volontariato;

Sauro Bonatti, assessore esterno con delega a istruzione, trasporti pubblici, caccia e pesca, agricoltura e agroenergia.

Numerose le deleghe assegnate fuori giunta; citiamo solo quelle a sanità (Marusca Bonini) e cultura (Alessandra Colombo) e rimandiamo agli articoli in rassegna stampa per un analisi più dettagliata di nomine e incarichi.

A conclusione della lunga e dettagliata esposizione delle linee programmatiche è iniziato il dibattito. I primi tre interventi sono stati appannaggio dei capigruppo dell'opposizione:

  • Sandro Caponi (PDL) , nel fare gli auguri alla nuova Giunta, ha rimarcato come un programma così ampio rischiasse di trasformarsi in un libro dei sogni, e comunque desse l'idea che fino ad oggi le precedenti amministrazioni non avessero mai fatto niente. Ha poi sottolineato come la lista Simoncini fosse composta da personaggi provenienti da storie e ideologie politiche differenti e spesso antitetiche, citando un articolo molto critico di Marusca Bonini nei confronti della passata amministrazione. Ha dichiarato che era stato dato poco spazio a temi importanti come il lavoro per i giovani, la sanità, la sicurezza, e questioni come il futuro della Cjmeco e della Ditta Costa fossero state appena accennate.

  • Matteo Lupi (Idee in Comune) ha puntualizzato come la sua lista fosse nata da una convergenza di persone su delle idee, mentre al contrario la lista Simoncini sembra essere il risultato dell' unione di diverse anime. Questo è reso evidente da un programma che appare una fusione di intenti difficilmente integrabili e realizzabili insieme. La politica degli alberghi diffusi e dei campi da golf mal si sposa con l'attenzione ai borghi, all'ambiente e all'agricoltura di qualità ;l'enfasi sulle fonti rinnovabili si scontra con la scelta di aprire ad impianti a biomasse che non sono sostenibili sul nostro territorio. La scelta di affidare a gara privata lo smaltimento della Cjmeco è una sconfitta per il Comune. In virtù di queste contraddizioni evidenti Lupi promette una opposizione ferma e vigile anche se costruttiva, partendo da un' interpellanza che verrà presentata al prossimo Consiglio sulle ultime tariffe rifiuti, eccezionalmente alte nonostante il fatto che l'adozione della differenziata avrebbe dovuto portare ad una riduzione dei costi di smaltimento. In tema di rispetto delle regole, Lupi chiede se sia previsto nel regolamento che il Presidente del Consiglio Comunale possa avere una delega aggiuntiva.

  • Roberta Semeria (Lega Nord) prendendo ad esempio i comuni del Norditalia governati dalla Lega, ha parlato di "politica del fare" sostenendo che non avrà problemi a votare colla maggioranza quando sarà convinta della bontà delle proposte, ma allo stesso tempo farà opposizione attenta e costante, vigilando in particolare sulle questioni di bilancio.

  • Ivan Martorini (Lista Simoncini) ha annunciato di voler svolgere il suo lavoro con rigore, moralità e trasparenza, e che il fatto di appartenere ad un diverso schieramento non gli impedisce di sentirsi vicino ed amico a molti dei giovani che hanno sostenuto la lista Idee in Comune;

  • Paolo Vasoli (PDL) ha rivendicato la coerenza del proprio agire politico e ha invitato i giovani presenti in Consiglio a vegliare e fare scelte consapevoli;

  • Alessandra Colombo (Lista Simoncini) ha parlato della cultura in senso ampio, anche come attenzione alla tradizione e agli usi popolari, e quindi esempio di qualcosa che deve essere curato e fatto crescere tramite l'impegno di tutti;

  • Aldo Vivaldi (PDL) ha ribadito il parere favorevole alle riprese del Consiglio Comunale; posto l'accento sulle questioni della salvaguardia dell'ambiente e del miglioramento paesaggistico, menzionando i molti cantieri aperti nel comune, e ricordato la situazione dei lavoratori della ICA in cassa integrazione. Infine ha ammonito a non abbandonare le frazioni a sé stesse.

  • Walter Moretti (PDL) ha fortemente criticato il concetto di rispetto per le minoranze della maggioranza, palesato dalla scelta "bloccata" del Presidente del Consiglio. Ha aggiunto che ad Albiano è Simoncini ad essere in minoranza, perché ha raccolto solo il 43% dei voti, e che lui si farà interprete dello sdegno di 150 famiglie albianesi che hanno dovuto subire disagi che vanno dalla cementificazione, assenza di verde pubblico e fognature, all'inquinamento (odori e polveri) causato da un impianto per la bruciatura di cdr all'interno del paese, e che paventano future tragedie per la decisione di costruire in area esondabile il nuovo polo scolastico e le case popolari.

  • Silvia Magnani (Lista Simoncini) ha espresso il proprio sdegno per un volantino fatto circolare in chiusura di campagna elettorale dalla lista del PDL, lesivo a suo dire non solo della dignità della sua famiglia, ma anche di quella di persone defunte ed impossibilitate a rispondere;

  • Sandro Caponi (PDL) ha fatto notare che la parte considerata offensiva è la fotocopia di un volantino presentato alle scorse elezioni dalla lista che sosteneva l'attuale Sindaco Simoncini;

  • Gildo Bertoncini (Lista Simoncini) ha detto che coll' insediamento del Consiglio Comunale è finito il tempo delle polemiche pre-elettorali, e bisogna entrare nell'ottica di una collaborazione fattiva o eventualmente anche di uno scontro, ma che sia sempre costruttivo; in questo senso anche la "cattiveria" espressa dal consigliere Moretti potrà rivelarsi energia positiva. Felice di notare tanti giovani in sala e auspicando di rivederli ad ogni sessione, ha invitato a impegnarsi assieme per portare i lavori del Consiglio nelle frazioni e fare in modo che non ci si ritrovi a svolgere lavori di interesse pubblico nelle ultime fasi di una legislatura.

  • Roberto Petacco (Lista Simoncini) si sente vicino ai giovani della lista Idee in Comune, la sottile differenza sta nella scelta di provare a cambiare le cose dall'interno. A nome dei giovani della maggioranza garantisce un impegno non pregiudiziale. Sostiene che la forza della maggioranza sta proprio nell' aver fatto una lista civica a più voci; e che le facili critiche non tengono conto del cammino e del lavoro che è stato compiuto per arrivare ad un progetto comune. Passando al tema del rispetto delle regole e del corretto modo di comportarsi, dopo aver rimarcato che gli avrebbe fatto piacere veder presenziare all' insediamento del Consiglio Giuseppe Rinaldi, che al di là della rinuncia era comunque il candidato sindaco della sua lista, interviene sul tema della trasmissione via web delle sedute del Consiglio Comunale. Pur apprezzando l'idea dice di essere arrivato alla conclusione che una web tv gestita da una sola lista non potrebbe non essere parziale, essendo soggetta a tagli e montaggi. Dice di essersi fatto quest'opinione anche in base alla visione del sito di Idee in Comune.

  • Matteo Lupi (Idee in Comune) ha risposto come la legge permetta la trasmissione dei Consigli Comunali solo senza tagli, commenti o montaggi, per cui il problema non si pone. Quanto ai video messi sul sito, essi non erano strumento di propaganda ma riprese fatte in diretta nei luoghi in cui la lista ha incontrato la cittadinanza.

  • Giovanni Schianchi (Lista Simoncini) ha illustrato il suo approccio alle tematiche ambientali, in sinergia fra frazioni, capoluogo, Provincia e Comunità Montana;

  • Sauro Bonatti (assessore esterno) ha detto di aver sentito molte ragioni sia dai banchi della maggioranza che da quelli dell'opposizione, ma che in ultima analisi esiste anche la ragione degli elettori, che hanno garantito la fiducia alla nuova amministrazione col voto;

  • Walter Moretti, (PDL) riallacciandosi a questo discorso, ha ribadito come nella frazione di Albiano Simoncini non avesse raggiunto la maggioranza assoluta.

  • In conclusione, il Sindaco Roberto Simoncini ha ribadito il successo della sua coalizione, che ha ottenuto il 52% in una elezione cui prendevano parte quattro liste; ha ascritto le difficoltà ad Albiano a problemi di comunicazione; rispondendo a Matteo Lupi, ha detto che non esiste nel regolamento del Comune nulla che vieti al Presidente del Consiglio di gestire delle deleghe.

 

Le linee programmatiche sono state approvate con 12 voti a favore e 7 contrari.

L'ultimo punto all'ordine del giorno prevedeva l'elezione dei membri della Commissione Elettorale Comunale.

Al Sindaco, membro di diritto, si aggiungono come commissari effettivi Moreno Cargiolli e Alessandra Colombo per la maggioranza e Matteo Ratti in rappresentanza dell'opposizione.

Commissari supplenti sono Roberto Petacco e Antonio Della Ragione (maggioranza) e Roberta Semeria (opposizione).

Risultati delle Votazioni:

Presidente Consiglio Comunale

Votanti: 21

Marusca Bonini 14 Silvia Magnani 1 Bianche/Nulle 6

Vicepresidente Consiglio Comunale

Votanti: 21

Alessandra Colombo 14 Bianche/Nulle 7

Adozione Linee Programmatiche

Votanti: 19

Favorevoli 12 Contrari 7

Commissione Elettorale Comunale

Membri Effettivi

Votanti: 18

Matteo Ratti 7 Moreno Cargiolli 6 Alessandra Colombo 5

Membri Supplenti

Votanti: 18

Roberta Semeria 7 Antonio Della Ragione 6 Roberto Petacco 5

 

Marco Giubbani per Idee in Comune.

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
 

Archivio

Rassegna stampa

Comune di Aulla

Operazione Trasparenza Comune di Aulla

Ultimi Post Forum

by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
Powered by JoomlaMe

Mondo

quercia2.jpg

pace