1024 Idee in comune - Committente elettorale: Pedrini MIlena

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Consiglieri Resoconto C.C. Seduta di Consiglio Comunale del 30/11/2009

Seduta di Consiglio Comunale del 30/11/2009

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Seduta di Consiglio Comunale del 30/11/2009

Ordine del giorno originale

Prima Integrazione

Seconda Integrazione

premi leggi tutto per visualizzare tutto l'articolo

Ordine del giorno originale

Discussione 1° punto

Discussione 2° punto

Discussione 3° punto

Discussione 4° punto

Discussione 5° punto

Discussione 6° punto

 

Prima Integrazione

Discussione 7° punto

Discussione 8° punto

Discussione 9° punto

Discussione 10° punto

Discussione 11° punto

Discussione 12° punto

Discussione 13° punto

Discussione 14° punto

 

Seconda Integrazione

Discussione 15° punto

 

Il Consiglio, convocato per le ore 20:15, ha inizio alle ore 20:35 circa. Il pubblico è scarso.

 

Il Presidente Bonini annuncia che è arrivata una richiesta di registrazione audio diretta della seduta da parte di Idee in Comune. Poiché  la proposta già inoltrata a suo tempo da Idee in Comune per le riprese audiovisive è in discussione nella Commissione Affari Generali respinge la richiesta.

 

Il Segretario procede all'appello. Risultano assenti i Consiglieri Magrini (Maggioranza) e Vasoli (Pdl) , entrambi giustificati. E' presente l'Assessore Esterno Bonatti.

 

Come da richiesta, è presente anche il Revisore dei Conti.

 

Scrutatori sono Cargiolli e Chiodetti (Maggioranza) e Moretti (Minoranza).

 

Viene anticipato come primo punto all' Ordine del Giorno, in considerazione dell'ora, la Presentazione del Consiglio dei Giovani. Prima però  Il Presidente Bonini lascia la parola all'Assessore Bonatti per dire due parole sulla Festa della Toscana, che cade proprio il 30 novembre.

 

L'Assessore Bonatti fa un excursus sulla figura di Leopoldo II, sovrano illuminato cui si deve la nascita della Toscana moderna; ricorda le innovazioni da lui introdotte, prime fra tutti l'abolizione di pena di morte (la Toscana è stato il primo stato moderno ad abolire la pena capitale) e tortura. Racconta aneddoti sulla visita di Leopoldo II ad  Albiano e Caprigliola nel 1789, pochi giorni dopo la presa della Bastiglia.

 

Presentazione del Sindaco e del Consiglio dei Giovani  (punto 2 OdG originale)

 

Il Sindaco dei Giovani, Giacomo Berti, prende la parola. Legge una pagina  di progetti portati avanti dal Consiglio dei Giovani. In particolare sono stati avviati due progetti colle scuole elementare e media, rispettivamente uno su anziani e bambini e uno su cittadinanza e costituzione. Entrambi i progetti sono dotati di 500 € che i giovani potranno gestire autonomamente.

 

Il Capogruppo Caponi (Pdl) ringrazia l'Assessore Bonatti e elogia i ragazzi, in cui vede il  futuro amministrativo di Aulla, e i loro genitori.

 

Il Presidente Bonini propone, se il Consiglio è d'accordo, due variazioni all'ordine del giorno.

 

I primi cinque punti verrebbero presentati in ordine, così come sono. Prima di passare alle interpellanze ed interrogazioni, che  lascerebbe come ultimo punto all'ordine del giorno, anticiperebbe Il punto 14 al 6 (variazione programma opere pubbliche anno 2009) e poi continuerebbe normalmente. Non metterebbe in discussione i tre punti contenuti nella seconda integrazione che non sono urgenti e  li rinvierebbe ad un prossimo Consiglio da tenersi prima di Natale.

 

Lupi (Capogruppo Idee in Comune)  Siamo contrari alla variazione dell' OdG. In particolare, siamo contrari alla discussione del punto 14.  La variazione del piano opere pubbliche è un punto fondamentale del bilancio, che non doveva essere presentato come integrazione. Si tratta di variazioni di bilancio dell'entità di un milione di euro. Alle 12:55 di sabato non avevamo la documentazione, è grave perché non possiamo dare giudizio sul bilancio.

 

Semeria (Capogruppo Lega Nord) si associa a Lupi. Vuole che si segua l'OdG così come era stato presentato.

 

Anche Caponi (Capogruppo Pdl) si associa. Anche questa volta non ha avuto modo di visionare il punto 14, che si vorrebbe discutere come punto 6, nonostante  fosse passato il sabato mattina.

Ha fatto esplicita richiesta al Prefetto affinché non si verifichino più situazioni di questo genere.

 

La richiesta della Minoranza viene accolta, si va in ordine.

 

 

Comunicazioni del Sindaco (punto 1 OdG originale)

 

Secondo l'art.13 del Consiglio Comunale che si rifà alla  legge 25/03/93 art.81 andavano comunicate entro trenta giorni le spese sostenute durante la campagna elettorale. Solo la Lista Lupi le ha comunicate nei termini. La spesa ammonta a 2.868 €. Il totale di spesa per la Lista Simoncini è di 20.425  €. La Pdl ha presentato una serie di voci che sommate ammonterebbero a 2.445 €  mentre la Lista Semeria dichiara una spesa 2.337 €. (Vedi anche interpellanza presentata da Ratti per Idee in Comune)

 

Ratti  (Idee in Comune) ritorna sul tema della richiesta di diretta, spiegando che si tratterebbe di una registrazione audio. Una delle motivazioni con cui era stata vietata la trasmissione video era stata che il comune non disponeva delle attrezzature necessarie per eseguire il servizio, ma in questo caso questo non vale. Il Presidente Bonini risponde che aveva capito benissimo e che la decisione rimane, perché ad oggi il regolamento non prevede riprese audio o video.

 

 

Variazione di Assestamento Generale (punto 3 OdG)

 

Martorini (Assessore al Bilancio)

 

Andiamo a verificare il rispetto delle previsioni di bilancio fatte ad inizio anno. Questa è l'ultima variazione per il 2009. E' una manovra complessa, che interviene su diversi capitoli di bilancio.

E' stato un anno difficile per gli enti locali, che si sono trovati ad essere gli alfieri della difesa del deficit pubblico e dei tagli alla spesa.

Le criticità maggiori sono venute dai  tagli ai costi della politica hanno comportato 53.000 € in meno di trasferimenti a fronte di un risparmio di soli 6.000 € (cancellazione indennità ai Consiglieri, tagli compensi SEC)

C'è poi stata la riduzione del gettito da fabbricati immobili ex-rurali, il taglio dell'ICI alla prima casa.

 

Menziona due capitoli in entrata

 

58.000 € dalla concessione di loculi e tombe 

40.000 € sulla Tarsu da una società di recupero evasione

 

Per le spese in conto capitale il Comune ha ricevuto circa 2.012.000 € così ripartiti:

 

467.000 € contributi dalla Regione per l'efficienza energetica sulle case Erp di Albiano Magra

240.000 € contributi alluvionali frana Barisello

1.200.000 €  contributi dalla Regione su Pallerone 2000

180.000 €  contributi su danni alluvionali.

 

 

Il Comune aveva la possibilità di spendere sul territorio i 1.200.000 € ottenuti in base alla convenzione colla Regione per Pallerone 2000, che sono stati quindi spalmati in diversi interventi:

 

130.000 € per Palazzo Centurione

9.000 € contributo Anpil progetto Greenway fiume magra

200.000 € fognature

422.000 € viabilità (comprende i 240.000 della frana Barisello)

20.000 € programma informatizzazione registri

480.000 € scuole elementari Ragnaia

100.000 € espropri

20.000 € impianti sportivi

 

Inizia la discussione. Il Presidente Bonini chiede di rispettare i tempi  - 10 minuti ad intervento.

 

 

Caponi (Pdl)

 

Fa i complimenti a Martorini per la sua avvenuta nomina ad Assessore della Montana (Bonifica, Impianti irrigui, Ambiente, Società dell’Informazione, Formazione, Bilancio e Patrimonio).

Lo stesso Martorini ha detto che si tratta di una variazione particolarmente complessa. Muovere le cifre nel modo giusto al momento giusto richiede intelligenza amministrativa.

 

Il commento del Revisore dei Conti puntualizza le variazioni più importanti, fra cui, come accennato, il maggiore introito dalla concessione di loculi e tombe, il recupero di 40.000 € relative a denunce scorrette della Tarsu. Il Revisore fa notare che non sono stati incamerati dei soldi che potevano venire dalla riscossione di sanzioni.

 

Caponi continua dicendo che colpiscono le entrate, 2.012.000 ,  in conto capitale dalla Regione.  Esistono sulla carta, ma a parte il contributo per la frana in località Barisello non sono mai state incamerate, sono solo previsioni.

In regione Toscana non esistono delibere di assegnazione per 180.000 € di danni alluvionali, 1.2000.000 € per Pallerone 2000 o 460.000 € per le case Erp di Albiano. Si augura che arrivino.

 

Poi sottolinea il minore introito dalle concessioni edilizie. 519.000 € a fronte dei 900.000 €    preventivati.

 

Conclude ricordando le tre raccomandazioni che il Revisore dei Conti fa all'amministrazione:

 

  1. 1)      Riorganizzare la macchina amministrativa.
  2. 2)      Valutare bene prima di dare incarichi al di fuori del Consiglio Comunale. Anche la Corte dei Conti si è espressa chiaramente dicendo che neppure la carenza di organico può essere motivazione sufficiente per ricercare delle consulenze esterne. Oltretutto, dice Caponi, dare  incarichi ad esterni significa  ammettere l'assenza all'interno del Comune di professionalità adeguate.
  3. 3)      Riscuotere i crediti.  L'Asl deve ad esempio 55.000 € al Comune, l'Erp 12.000 €. In totale ci sono circa 300.000 € non riscossi nel periodo 2000-2008.

 

 

Semeria (Lega Nord)

 

Anche lei fa i complimenti a Martorini, cui augura una bella carriera in Comunità Montana.

Non è invece convinta dal bilancio, anche se ha molta stima di Fabbri (il Revisore Conti)

Chiede perché nella delibera di Giunta del 5 maggio 2009 si accendono dei mutui per il trasporto cimiteriale quando con la vendita dei loculi si recuperano somme molto più alte. I mutui erano inutili.

Nella stessa delibera di Giunta si decideva  fotovoltaico su alcuni impianti – i soldi ottenuti dai risparmi delle utenze Enel sono stati girati e stornati.

Non è d'accordo sull'esternalizzazione ad una ditta per gli accertamenti relativi all' evasione della Tarsu.

Nota dolente sono i 1.2000.000 € per Pallerone 2000 perché finché non ci sono decreti di assegnazione questi soldi non ci sono.

Alcune voci di spesa assegnate: 484.000 € viabilità opere pubbliche 2009. Non saranno i lavori fatti in campagna elettorale?

60.000 € per  incarichi professionali gestione territoriale e urbanistica: come mai con ben 2 architetti in Giunta vengono dati incarichi esterni?

Il Revisore fa riferimento alla sentenza della Corte dei Conti Lazio 1544/2000 che invita a  non affidare consulenze esterne , Semeria aggiunge che si sono espressi in tal senso anche il Tar dell'  Abruzzo e il Tar di Reggio Calabria nel 2007.

I 1.200.000 €  per Pallerone 2000 sono stati inseriti come impegno di spesa. Se non verranno incassati entro il 31/12 saranno residui passivi per il prossimo anno.

Entrate da oneri di urbanizzazione –  sono stati ripartiti con una delibera, metà in spesa corrente metà in spesa capitale. Tuttavia a fronte dei 900.000  €  a bilancio solo 520.000 € sono stati incassati. Augura all'architetto Pepe di rilasciare tantissime concessioni, perché mancano 380.000 €.

Anche questi sono già impegnati come spesa, e se non vengono incassati saranno residui passivi per il prossimo anno. 

 

Lupi (Idee in Comune)

 

Si unisce ai complimenti a Martorini, che però tartasserà. Chiede di votare una sospensiva, di rinviare il punto all'OdG. Non avete portato in votazione il verbale di Consiglio Comunale del 30 settembre scorso – la precedente variazione di bilancio. Sono poi lese le prerogative del Consiglio perché al punto 5 viene  portata a ratifica una deliberazione di Giunta relativa a variazione del bilancio comunale che riprende tre delibere di Giunta cui il revisore dei Conti aveva dato parere favorevole ma non portate in Consiglio per la ratifica entro 60 giorni come previsto dall'articolo 175. Peraltro questo punto 5 non viene discusso prima del punto 3.

Vuole la sospensione della seduta e il rinvio del punto. Chiede la messa in votazione e si riserva se non verrà accolta la richiesta di entrare nel merito dell'articolo di bilancio.

 

Sindaco Simoncini

 

Siamo all'ultimo giorno per approvare il bilancio, la Minoranza ha avuto i tempi tecnici per visionarlo. Riguardo al precedente verbale, gli uffici sono stati impegnati con la trascrizione del dibattito sul Poliambulatorio e non hanno avuto il tempo di completare la seduta precedente. Riguardo alle delibere, esse sono state approvate dalla Giunta entro i 60 giorni. Ritiene la richiesta del Consigliere Lupi invalida.

 

Moretti (Pdl)

Dice di non aver capito. Chiede a Lupi di chiarire meglio il problema.

 

Lupi (Idee in Comune)

Chiede come mai il verbale della seduta precedente non sia stato portato in votazione.

 

Il Presidente Bonini dà la parola al Segretario Carbone il quale dice che non vi è obbligo di portare il verbale, che viene presentato quando è pronto. L'importante è che la scorsa variazione di bilancio sia stata approvata nella precedente seduta del 30 settembre. Moretti dice che la risposta del Segretario gli sembra tecnicamente corretta, tuttavia ogni volta che ci sono atti deliberativi successivi è fondamentale approvare il verbale della seduta precedente.

 

Si procede alla votazione sospensiva:

 

Votazione: 13 Contrari 6 Favorevoli 0 Astenuti

 

Si riprende.

 

Lupi (Idee in Comune)

 

Si dice scettico da un punto di vista procedurale.

Comunque ci sono punti che non sono chiari e non garantiscono la copertura se non c'è una spiegazione. Si prevede di utilizzare 900.000 € di proventi dalle concessioni all'urbanistica, ma è difficile pensare che si riesca a migliorare la cifra reale di 520.000 € entro la fine dell'anno.

Altra cosa anomala di questa variazione di bilancio: c'è stato un risparmio nelle voci relative al personale che non si è tradotto però in un miglioramento del servizio.

Non è ancora stato sostituito ad esempio il  comandante dei Vigili.

Il Revisore dei Conti ha invitato a guardare le competenze interne prima di affidare incarichi esterni; ebbene in Comune c'è il caso dell'architetto Testa che è stato messo in un angolo a fare il "dirigente ai tombini".

Scelta legittima, ma siamo contrari ad avere dirigenti a mezzo servizio. Dal primo ottobre il ruolo di dirigente per l'urbanistica è rimasto vacante,sebbene il Sindaco sapesse già ad agosto del passaggio dell' Ingegner Lazzerini all'Erp.

La pianta organica è stata modificata ben tre volte, e la modifica è nascosta nella variazione di bilancio. Non è chiaro in base a quali criteri sono state distribuite le ore aggiuntive ai part-time in seguito ai pensionamenti.

La variazione nasconde probabilmente un grosso buco di bilancio – non è stata presentata nei termini la variazione del programma triennale delle opere pubbliche (punto 14) –  non mettendo in grado il Revisore di Conti di valutarla, a noi stessi Consiglieri non è stato possibile vedere delibere di Giunta,  non si sa se quelle opere siano finanziate o no. Al punto 14, come vedremo, sono state inserite opere e lavori compiuti durante la campagna elettorale, rubricati  come finanziamenti per danni alluvionali. C'è da sperare che il maltempo oggi abbia fatto dei danni, così forse avrete altri finanziamenti.

Siamo molto critici sia in termini di procedura che di contenuti. Ci sono 66 delibere di Giunta (vedi interrogazione) di cui non sappiamo, e chiediamo al Revisore dei Conti, se esista o no la copertura.

Alcune di esse, relative agli impianti fotovoltaici, riguardano le opere pubbliche.

Voteremo contro questa variazione di bilancio che non condividiamo nel metodo e nel merito.

 

Petacco (Insieme per Simoncini)

 

Prende atto che Lupi si augura che il maltempo faccia dei danni.

Pensava si discutesse del punto tre, non del quattordici. Ritiene che l'approvazione della variazione di bilancio sia un passaggio poco più che tecnico. Un bilancio è fatto di congetture e previsioni non dati certi. Non spetta alla politica ma ai tecnici controllare le voci. C'è stata la crisi, e questa si è ripercossa sugli incassi. Altre variazioni sono fatti statistici. Una volta preso atto della regolarità dei criteri e ascoltati i consigli del Revisore dei Conti bisogna andare avanti.

 

Moretti (Pdl)

 

Dice che il discorso di Petacco è sbagliato. All' interno dell' Amministrazione Pubblica siamo tutti legittimati. Dobbiamo capire noi per far capire ai cittadini. Se anche un impresa potrebbe spendere soldi che non ha, il Comune non può, deve rendere conto ai cittadini, in ogni atto amministrativo, continuamente. L'opposizione chiede di visionare i documenti con un certo anticipo. Non deve prendere atto del fatto compiuto. Se ci sono spese fatte a frontedi entrate probabili questo è un problema.

Il Revisore dei Conti ha detto che a fronte di entrate ipotetiche ci sarebbero state delle spese, ma se in realtà le spese ci sono già state?

Ogni voce fuori bilancio è segnale di inefficienza del Comune, ed è mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini. In questa variazione ci sono voci su voci, per oltre 2.000.000 €. Questa non è la prima revisione di bilancio, sarà la quarta o quinta, lui non riesce a raccapezzarsi e se non ci riesce lui non è neanche in grado di spiegare a chi lo ha votato.

 

Schianchi (Assessore all'Ambiente)

 

Gli preme sottolineare le positività della variazione: i provvedimenti che rispondono ad emergenze ambientali, i 200.000 € per la manutenzione delle fognature, i soldi per la riqualificazione dell'argine del Magra, gli investimenti per lo sviluppo informatico.

 

Ratti (Idee in Comune)

 

concorda con Moretti, dice che Petacco sminuisce il ruolo del Consiglio Comunale che è pienamente legittimato al controllo. Cita l'art.87 dello Statuto in base al quale eccezionalmente la Giunta può affidare incarichi a tempo determinato ai propri membri, qualora vi siano le competenze, per cui anche se non fosse stato possibile avvalersi delle professionalità dei funzionari comunali esisteva un alternativa all'affidare incarichi esterni.

 

Martorini (Assessore al Bilancio)

 

Tiene a sottolineare che non si tratta di una manovra kamikaze. E' l'ultima variazione al bilancio del  2009. Abbiamo ritenuto giusto iscrivere nelle previsioni entrate che riteniamo poter incassare.

Il regolamento contabilità dice che queste somme  le potremo spendere quando le incasseremo. Lo stesso vale per gli oneri di urbanizzazione. Non nasconde che questi rappresentano una criticità, in quanto sono molto al di sotto delle previsioni, ma significa semplicemente che il Comune avrà meno soldi da impegnare,e sarà costretto a rinunciare a delle opere, non che maturerà dei debiti o dei passsivi.

I 60.000 €  messi a disposizione dell'ufficio urbanistico servivano per operazioni complesse che richiedevano la collaborazione di molteplici figure professionali (agronomi, geologi...) per cui non era possibile affidarsi solamente a competenze interne.

Lo stesso vale per i 20.000 € per l'ammodernamento del supporto informatico.

A Semeria dice che le spese cimiteriali sono dovute aill'ampliamento del cimitero di Canova – inizialmente il progetto non prevedeva un esproprio, che poi si è reso necessario.

Le spese per il personale sono aumentate a causa degli aumenti contrattuali a livello nazionale.

 

Il Presidente Bonini chiede ai capigruppo di fare le dichiarazioni di voto.

 

Il consigliere Lupi (Idee in Comune) chiede la parola per alcune chiarificazioni in merito alla nota del revisore dei conti sui 60.000 €  ad urbanistica e gestione del territorio,  Lupi dichiara che viene chiaramente indicato, art. 110,che le somme non riguardano l’adeguamento urbanistico ma l’incarico all’architetto Pepe.

Il Revisore dei Conti risponde che i fondi di cui all'art.110 sono a disposizione del Sindaco per delle  consulenze, e in particolare sono stati destinati per la redazione del regolamento urbanistico.

Lupi chiede ulteriori chiarificazioni all’Assessore Martorini poiché non gli è chiaro quali somme siano destinate alla consulenza  prevista nelle 18 ore per i dirigenti. Precisa inoltre che si aspetterebbe che l’amministrazione nominasse  un responsabile in forza alla polizia municipale, perché ci deve essere un dirigente responsabile , nel momento in cui vengono emessi i verbali.

L’Assessore Martorini risponde che l’incarico all’architetto Pepe non è oggetto della variazione di bilancio.

 

Dichiarazione di voto Semeria (Capogruppo Lega Nord)

 

vota contro e, rivolgendosi al consigliere Petacco, afferma che i consiglieri di Minoranza saranno  presenti quando si voterà il bilancio definitivo.

 

Intervento del Sindaco Simoncini

 

Dice che la discussione è stata ampia , pacata e interessante. Sostiene che anche la Maggioranza ci sarà alla seduta di approvazione del bilancio definitivo, che l’amministrazione deve prendersi la responsabilità delle proprie scelte, che ad oggi nessuna spesa è stata fatta senza copertura, che in agGiunta agli oltre 1.700.000 € di investimenti fatti fino ad oggi forse l’amministrazione è in grado di fare altri investimenti per 2.000.000 di € , grazie ai contributi della Regione Toscana che devono ancora essere erogati. Se non mettessimo a bilancio queste previsioni di entrata non potremmo incassarle. Elenca alcune cifre che la Regione dovrebbe erogare: 467.000 €  di contributo per le case popolari di Albiano che il comune dovrà girare all’Erp per gli interventi  per il risparmio energetico (fotovoltaico), 1.200.000 €  come contributo per le opere di urbanizzazione di Pallerone, contributi che verranno erogati dalla regione solo dopo la rendicontazione dei 4.500.000 €  spesi dal Comune. Già l'anno scorso abbiamo ricevuto dalla Regione Toscana a questo titolo1.000.000 €, e la cifra di un 1.200.000 € è una previsione media – il contributo dovrebbe attestarsi fra il 20% e il 30% delle spese totali.

Ci sono poi 240.000 € (queste certe) come contributo sulla frana del Barisello, 130.000 € per la ristrutturazione del palazzo Centurione (40% della spesa totale sostenuta dal Comune) 18.900 € per scuole e asilo nido, 9.000 € di contributi Anpil, 136.000 € e 93.000 €  100.000 €  rispettivamente per le fognature di Albiano-Stadano e Caprigliola, per i danni alluvionali, varie altre cifre per interventi di asfaltatura e viabilità, 60.000 €  per incarichi professionali per l’adeguamento del piano urbanistico, che comprendono consulenze di agronomi e geometri. A proposito dell’incarico all’architetto Pepe il Sindaco ribadisce la possibilità di avere incarichi di fiducia interni, in base alla 110, avendo 5 dirigenti, 1 può essere scelto dal Sindaco, questa possibilità è estremamente positiva poiché  il Sindaco stesso può lasciare a casa il dirigente in caso di errori. Il Sindaco sostiene  che se questi soldi non verranno messi a bilancio non potranno essere spesi anche se erogati dalla regione. Aggiunge anche 480.000 €  per la messa in sicurezza della scuola della Ragnaia e 15.000 € per la scuola di Albiano, 20.000 €  per i nuovi programmi per il settore dell’urbanistica, 20.000 € per la pubblica illuminazione, 20.000 € per impianti sportivi. L’amministrazione deve trovare le risorse senza gravare sui cittadini, grazie alle  biomasse solide o liquide (?) secondo il Sindaco si potrebbero trovare le risorse, dal momento che l’amministrazione non può contrarre mutui  bisognerà ragionare in termini di leasing. Simoncini conclude dicendo che è contento di avere una Minoranza attenta e stimolante che da la possibilità all’amministrazione di fare sempre meglio, chiede per questo un voto positivo.

 

Dichiarazione di voto Caponi  (Capogruppo Pdl)

 

sostiene che la Minoranza non si è fissata nel votare in modo negativo, ma la Maggioranza deve prendere l’abitudine ad essere più  precisa nel fornire la documentazione, perché il voto possa essere più responsabile e meno fumoso. Secondo Caponi il punto 3 è un bilancio di previsione e non di assestamento. La Maggioranza si augura che la Regione possa elargire dei contributi. Fa poi una battuta augurandosi una alluvione in questi giorni nella zona dove dovrà essere costruito il nuovo Poliambulatorio, essendo zona ducentennale, questo eviterebbe ulteriori problemi . Il voto del Pdl al momento è negativo poiché secondo Caponi  bisogna abituarsi a spendere i soldi quando si hanno in tasca.

 

Dichiarazione di voto del Lupi  (Capogruppo Idee in Comune)

 

Apprezza l’apertura del Sindaco, ma il suo gruppo voterà contro un assestamento di bilancio che per procedura e per sostanza non è votabile. Lupi chiede che siano messi a verbale i motivi per cui il punto 3 non è votabile. (Il Segretario chiede che i consiglieri gli facciano pervenire nota scritta sulle parti che vogliono siano riportate testualmente nel verbale). Lupi precisa che la Minoranza non ha avuto la documentazione nei tempi previsti, si riferisce alla documentazione relativa al punto 14 che è parte integrante del punto 3. Manca la delibera di Giunta 153. Il gruppo Idee in Comune sarà pronto a votare gli atti della Maggioranza solo quando sarà messo al corrente di tutte le procedure amministrative,  ad oggi non può accettare che delibere immediatamente esecutive o no, non vengano portate a conoscenza della Minoranza. I consiglieri devono sapere prima degli assestamenti di bilancio cosa fa o cosa non fa la Maggioranza. Il consigliere Lupi pretende che per gli oneri di urbanizzazione nei rendiconti corrispondano delle opere. Dichiara di non poter accettare che i lavori di fognatura siano conseguenza di danni e che le richieste dei danni siano superiori a quelli reali. Ribadisce che il gruppo voterà contro il punto 3, perché non ha avuto la documentazione e non può legittimare un atto senza le adeguate informazioni, conclude dicendo che la Maggioranza avrà la sua prova d’appello solo quando si arriverà al consultivo di bilancio e ci sarà il pareggio di primo grado.

 

Dichiarazione di voto Petacco  (Capogruppo della Maggioranza)

 

dichiara che la Maggioranza voterà a favore e fa un tentativo per convincere  il consigliere di Minoranza Caponi dall’astenersi  dal votare il punto 3 dal momento che ha dimostrato buon senso nel corso del dibattito. Risponde poi all’intervento del consigliere Ratti dicendo che il suo intervento non aveva l’intento di sminuire il ruolo del consiglio, ma  dal momento che i consiglieri non possono avere tutte le conoscenze necessarie  per affrontare tutti gli argomenti è necessario affidarsi  ai tecnici che hanno il compito di rendere edotti gli amministratori. Lui stesso sta approcciandosi  alla materia del bilancio, ma non avendo tutte le conoscenze adeguate  preferisce affidarsi  ai tecnici. Chiede  inoltre di mettere ai voti l'anticipazione della discussione del punto 14 dopo il punto 3 (questa richiesta era già stata fatta dal Presidente che, ascoltate le argomentazioni della Minoranza, aveva deciso di non cambiare l'OdG) .

 

Dichiarazione di voto Caponi (Capogruppo Pdl)

 

risponde che non si asterrà ma voterà contro, non è in grado di discutere un atto che non conosce perché non gli è pervenuto.

 

Votazione: 13 Favorevoli 6 Contrari 0 Astenuti

Immediata Eseguibilità: 13 Favorevoli 6 Contrari 0 Astenuti

 

Anticipazione della discussione del punto 14:  12 Favorevoli 6 Contrari 1 Astenuto (Bonini)

 

 

Variazione Programma Opere Pubbliche 2009 (era punto 14 OdG)

 

 

Sindaco Simoncini

 

secondo lui non c’è bisogno di ulteriori chiarimenti perché nell’intervento precedente ha illustrato ampliamente le ipotesi di investimento dei contributi regionali che dovrebbero essere erogati, quindi se non ci sono altri interventi si può procedere alla votazione.

 

Moretti (Pdl)

 

Il punto 14 è parte nevralgica della discussione in atto. E' importante rispettare la sensibilità del cittadino che legittima il Consiglio. La Minoranza che è sempre inascoltata . Le istanze della Minoranza non contano nulla; ribadisce il problema della mancanza di documentazione. Non si sta discutendo di opere che si dovrebbero fare quando ci saranno i finanziamenti,come ribadito dal Sindaco e dall’Assessore Martorini, ma di opere che sono già state fatte, come quella che lui stesso aveva già denunciato alla Maggioranza in un precedente Consiglio, opere i cui costi dovevano essere sostenuti dall’impresa che aveva fatto il danno e non dal comune. Sostiene che chi fa una denuncia in Consiglio Comunale deve essere ascoltato e ricorda che la sua denuncia sulla inattività del depuratore di Albiano è stata smentita in consiglio dall’assessore Giovannoni,  salvo poi essere  confermata in un Consiglio successivo. Questi atteggiamenti in Consiglio Comunale non possono più essere accettati; chiede una svolta nel rapporto tra Maggioranza e Minoranza a vantaggio dei cittadini.

 

Martorini chiarisce che nella documentazione  in neretto sono indicate le opere già realizzate, le altre sono opere che l’amministrazione intende realizzare.

 

Il Sindaco  Simoncini chiarisce che con la variazione si intende indicare le opere in più rispetto a quelle inserite fino all’aprile 2009.

 

Lupi (Idee in Comune)

 

Dichiara che deve smentire categoricamente  il Sindaco. Sostiene che nel programma delle opere pubbliche approvate a marzo, una buona parte delle opere preventivate non sono quelle realizzate. Come indicato nell’interpellanza che si andrà a discutere, ci sono 66 delibere, che non si sa se siano immediatamente esecutive e di cui non si sa se vi sia la copertura.

Il problema della Minoranza è che non viene messa al corrente di cosa fa l’amministrazione. 

Negli atti vengono riportati lavori fatti di cui la Minoranza non ha visto le delibere.

 

Il Sindaco Simoncini chiede a Lupi di fare un esempio.

 

Lupi riferisce l’esempio delle fognature di Caprigliola, si parla di secondo lotto, ma  nel programma di marzo 2009 non c’è il primo lotto finanziato.

Simoncini ribadisce che alcune opere sono state finanziate nel 2008.

Lupi risponde che sono opere partite per i danni alluvionali del 2009. Afferma che la Minoranza vuole dirigenti che quando entrano in servizio non abbiano incarichi nell’ambito del comune stesso, l’informazione deve essere sempre garantita, il gruppo Idee in Comune dovrà fare le proprie azioni al di fuori del consiglio, perché questo è l’unico modo per fare opposizione. Riporta poi alcuni esempi: l’amministrazione aveva preventivato per gli asfalti 360.000 €  e si vanno ad approvare 1.000.000 di € ; per gli espropri 39.500 €  e si approvano 139.000 € .

Il Sindaco ritiene che la documentazione di Lupi non sia esatta.

Lupi ribadisce che i documenti gli sono stati rilasciati dalla ragioniera Micheletti.

Dalla documentazione risulta che rispetto al bilancio di maggio 2009 per un totale di spesa di 1.525.000 €  per opere pubbliche (fognature,scuole, arredo urbano, camposanti, ecc.) si approvano 3.629.000. € . L’approvazione del bilancio permetterà la copertura del consiglio comunale, ma ci sono delibere di cui la Minoranza non conosce né i contenuti, né gli atti che da queste sono derivate, Lupi dichiara che la Maggioranza deve assumersi la responsabilità dell’approvazione. Lupi contesta il fatto che le informazioni sugli atti vengano date dopo che questi sono stati realizzati.

Simoncini interviene dicendo che non è vero che non esiste nel bilancio il primo lotto per la realizzazione delle fognature di Caprigliola ,sostiene che se si approva l’assestamento di bilancio ,se si incasseranno i 2.000.000 di € , saranno realizzate le opere, le opere indicate in più senza copertura sono opere realizzate con debiti fuori bilancio. Ribadisce che in neretto sono indicate le opere già realizzate, quelle aggiunte sono previsioni di realizzazione. Chiarisce che non è la Giunta che realizza le opere, la Giunta da solo un indirizzo politico, i dirigenti si accertano che ci sia copertura finanziaria e fanno determina dirigenziale per la gara d’appalto. Essendo il dirigente che affida i lavori e non la Giunta, tutte le responsabilità sono di quest’ultimo.

Lupi finisce il suo intervento ritornando sul finanziamento alle fognature di Caprigliola dicendo che il problema è che non erano interventi alluvionali, non sono stati realizzati, a seguito di  un’interpellanza  fatta dal gruppo Idee in Comune, i lavori risultano divisi in tre lotti, per consentire l’assegnazione diretta, i lavori risultano interrotti e le motivazioni per cui sono stati interrotti non sono state date , neppure dopo l’interpellanza.

Il presidente Bonini chiede le dichiarazioni di voto per il punto 14.

 

Semeria (Capogruppo Lega Nord)

 

chiede all’assessore Martorini relativamente ai 100.000 €  reinseriti successivamente nel piano delle opere pubbliche fatte ad Albiano, a che titolo sono state messe ,essendo interventi misti  pubblico – privati  e per quale motivo li dovrebbe pagare il Comune.

 

Della Ragione (Maggioranza)

 

risponde al consigliere Moretti che nel suo intervento aveva parlato di democrazia, Della Ragione si chiede, se secondo Moretti solo i consiglieri della Minoranza sono i paladini dei diritti del cittadino.

Moretti replica che forse si è espresso male. Della Ragione accusa Moretti di aver offeso in maniera pesante la Maggioranza,e sostiene che i Consiglieri hanno dimostrato rispetto perché non hanno risposto alle sue provocazioni. Si impegna poi a portare al prossimo consiglio una relazione dettagliata sui lavori  fatti dal comune ad Albiano , lavori che secondo lui sarebbero vicini ad un terreno in concessione al Consigliere Moretti.

 

Martorini (Assessore al Bilancio)

 

risponde al consigliere Semeria dicendo e stata fatta una convenzione dal comune con l’Erp nella quale è previsto che il Comune paghi gli espropri ed abbia come ritorno un locale di 120mq.

 

Moretti chiede la parola.

 

Il presidente Bonini non la concede, perché c’è spazio solo per le dichiarazioni di voto dei capigruppo.

 

Dichiarazione di voto Caponi (Capogruppo Pdl)

 

Non conoscendo l’atto, per la mancanza di documentazione non può giudicare. Accenna a quella che sarà la materia dell’interpellanza sui lavori di somma urgenza deliberati dalla Giunta, con delibera numero 6 del 30 marzo 2009, per una copertura di 495.000 € , per le fognature di Albiano;  Caponi ribadisce che i lavori ,come già dichiarato da Lupi, non sono terminati. Caponi afferma che il parere del Pdl è negativo perché non c’è limpidezza negli atti e nel modo di presentare gli atti.

Simoncini precisa che la delibera 16 marzo 2009 riguarda un finanziamento messo a bilancio nel 2008.

 

Dichiarazione di voto Lupi (Idee in Comune)

 

Vota contro la variazione perché sono inseriti lavori diversi da quelli previsti e realizzati. La Minoranza non conosce le delibere del bilancio preventivo che hanno dato origine alla variazione, Lupi e il suo gruppo si riservano di verificare nel bilancio finale o nelle sedi competenti l’effettiva copertura. Ribadisce che se i finanziamenti non dovessero arrivare, il Consiglio ha validato dei lavori di cui la Minoranza non è stata resa partecipe. Conclude dicendo che i soldi stanziati per le fognature di Caprigliola, come danni alluvionali, sono tutti da dimostrare. Ricorda ancora che la documentazione non è stata consegnata nei termini previsti.

 

Votazione: 13 Favorevoli 6 Contrari 0 Astenuti

 

 

Approvazione Nuovo Prospetto di Stabilità 2009-2011  (era punto 4 OdG)

 

Martorini (Assessore al Bilancio)

Dice che si tratta di un adempimento tecnico che in realtà non cambia nulla, semplicemente abbiamo la possibilità di sottrarre spese alienazione beni.

 

Moretti (Pdl): dice di non aver capito perché il Comune ha la necessità di fare le operazioni di cui ha parlato Martorini.

 

Martorini (Assessore al Bilancio)

Dice che si tratta solo di una variazione solamente tecnica nelle voci in quanto il saldo obiettivo non cambia fra prima e dopo. E' stato portato in discussione in Consiglio solamente per questione di trasparenza.

 

Votazione: 13 Favorevoli 6 Contrari 0 Astenuti

 

 

Ratifica Deliberazione del c.c. n°153 del 20-10-2009 Variazione al Bilancio 2009 Reiterazione (era punto 5 OdG)

 

Martorini (Assessore al Bilancio)

 

spiega che, come dice il testo unico, le deliberazioni sulle  variazioni di bilancio devono essere ratificate dal consiglio comunale nei 60 giorni successivi la delibera, ma per un errore tre delibere non sono state ratificate, con questa votazione il consiglio andrà a ratificare la delibera di Giunta 153 che ha rinnovato la validità di tre precedenti, la 79 la 97, e la 122. Martorini sostiene che l’errore c’è stato ma da un punto di vista legale poco cambia.

 

Intervento Semeria (Lega Nord)

 

legge il testo unico Art 175 comma 3 “in caso di mancata o parziale ratifica del provvedimento di variazione adottato dall’organo esecutivo, l’organo consigliare è tenuto ad adottare nei successivi 30 giorni”. Il consigliere  Semeria vuole che sia verbalizzato che i 30 giorni sono passati e la delibera non è valida.

 

Petacco (Capogruppo Maggioranza), dice che la ratifica deve essere approvata entro il 31 dicembre.

 

Simoncini dichiara che la Maggioranza voterà comunque la deliberà e che la Minoranza potrà fare le proprie osservazioni alla Corte dei Conti. Il Sindaco ritiene che i dirigenti abbiano fatto un buon lavoro e non ci si possa fermare  di fronte a questi problemi. Invita la Minoranza a mettere per iscritto le osservazioni.

 

Semeria legge nuovamente il testo unico art. 175, ribadisce che oggi l’approvazione è fuori dai termini, inoltre è passata la mezzanotte ed il bilancio non è stato approvato entro il 30 novembre.

 

Intervento del Segretario che chiede nuovamente ai consiglieri di fare una nota scritta e firmata sulle parti che vogliono che siano verbalizzate testualmente.

 

Ratti (Idee in Comune)

 

Legge lo statuto dove è chiaramente indicato che le delibere fatte d’urgenza devono essere votate dalla Giunta, salvo quelle attinenti alle variazioni di bilancio che vanno sottoposte alla ratifica del consiglio nei 60 giorni successivi, pena la decadenza.

 

Intervento Lupi (Idee in Comune)

 

Conferma che sono scaduti i termini per la ratifica, la data del 31 dicembre significa che, comunque, anche se fossero stati rispettati i termini dei 60 giorni, la ratifica doveva avvenire entro il 31 dicembre dell’anno in corso, come scritto chiaramente nel Testo Unico. Lupi dà pienamente ragione alla collega Semeria la variazione non è valida e non può essere votata. La via d’uscita suggerita dallo stesso Lupi sarebbe stata quella di portare ad approvazione il verbale del 16 ottobre.

 

Dichiarazione di voto Caponi (Capogruppo Pdl)

 

voterà contro perché i colleghi della Minoranza sono stati chiari nel’esporre le motivazioni delle irregolarità della variazione. Fa poi una battuta sul superlavoro del Segretario che mal si concilia con il suo incarico part time .

 

Dichiarazione di voto del Sindaco Simoncini, a nome della Maggioranza

 

ritiene che la procedura sia giusta e quindi conferma la votazione.

 

Votazione: 13 Favorevoli 6 Contrari 0 Astenuti

 

Il Sindaco chiede di proseguire con i punti all’OdG e discutere poi le interpellanze.

Il presidente Bonini dice che questo era già stato deciso ad inizio seduta.

 

 

Revoca delle Deliberazioni Consiliari 106, 107, 108, 109, 111, 112 del 16.10.2009  (era punto 7 OdG)

 

Bertoncini (Assessore all'Urbanistica)

 

concorda con il consigliere Moretti sul fatto che Minoranza debba essere a conoscenza degli atti e spiega che le Commissioni si riuniscono prima del Consiglio Comunale proprio per poter arrivare a un accordo anche con la Minoranza e in modo che quest’ultima non venga a  conoscenza degli atti all’ultimo momento. Passa poi a spiegare che gli oneri di urbanizzazione dell’ammontare di 400/500.000 € , non sono stati ancora incassati perché l’ufficio tecnico sta ancora facendo dei controlli e al momento non ha ancora attivato le misure per riscuoterli. I punti 7, 8 e 9 all’ordine del giorno riguardano gli stessi argomenti del Consiglio Comunale del 16.10.2009, in quella data sono state presentate delle delibere che oggi ci troviamo a dover revocare per poi riapprovare nuovamente. Le delibere in questione sono state firmate dall’Ing. Lazzerini per un Consiglio Comunale che doveva avvenire in data 30.09.2009 e poi rimandato in data 16.10.2009. L’Ing. Lazzerini a partire del 01.10.2009 ha preso incarico presso l’Erp quindi le delibere da lui firmate e approvate in Consiglio Comunale vanno oggi revocate e riapprovate con la firma del nuovo dirigente che nel frattempo ha preso posto in Comune. Spiega poi che il Poliambulatorio che si vuole costruire sarà un’opera di pubblica utilità e che quindi non si deve trovare ad ogni costo il cavillo per fermarne la costruzione. In questo momento si deve prendere una decisione solo politica sarà poi compito degli uffici preposti valutare ed occuparsi della parte tecnica. Si rivolge poi alla Minoranza e soprattutto ai due medici presenti affinchè votino a favore di un opera fatta per i cittadini.

 

Lupi (Capogruppo Idee in Comune)

 

spiega che non è possibile revocare una delibera di cui ancora il verbale non è stato approvato. Si rivolgerà agli organi competenti perché all’interno del Comune non è possibile farsi ascoltare. I tempi c’erano e se oggi siamo qui al 01.12.2009 non è certo colpa della Minoranza e nemmeno dei funzionari spesso citati dal Sindaco ma di cui non fa mai i nomi nello specifico. Chiude dicendo che si asterrà dal votare la revoca proprio per la mancanza del verbale e per il fatto che la mancanza della firma del dirigente responsabile non è la sola mancanza.

 

Semeria (Capogruppo Lega Nord)

 

si associa a quanto detto dal Consigliere Lupi e dice che anche lei si asterrà perché manca la copia scritta della delibera e per tutte le motivazioni già elencate nel Consiglio Comunale del 16.10.2009.

 

Caponi (Capogruppo Pdl)

 

si associa all’astensione dal voto dei suoi colleghi di Minoranza. Dice che essendo stato assente nel Consiglio Comunale del 16.10.2009, ha visionato le registrazioni degli interventi che trova condivisibili sotto molti aspetti. Il Comune di Aulla deve essere pronto a recepire nuove strutture; oggi i malati vengono dimessi in fretta dagli ospedali ma non vuol dire che non siano più bisognosi di cure, per questo va migliorata l’intera struttura medica anche nell’ottica di un’assistenza domiciliare. Spiega poi che la Società della Salute, a cui sarà dedicato un intero piano del nuovo Poliambulatorio, non è altro che un doppione dell’Asl, elargisce lauti stipendi ma è una struttura poco utile, non è stata voluta in costa e ce la troviamo ora in Lunigiana. La scelta della costruzione di un nuovo Poliambulatorio ad Aulla è condivisibile, ma è sbagliato il modo di presentare il progetto, non si ha un disegno e quello che oggi si va ad approvare è solo una struttura esterna. Non è contrario ai fondi destinati al Poliambulatorio ma alla gestione delle risorse per un Poliambulatorio fatto in questo modo.

 

Petacco (Capogruppo Maggioranza)

 

chiede di raggruppare i punti 7 e 8, 9 e 10. Si rivolge poi al Consigliere Caponi dicendo che dovrà poi rispondere ai suoi pazienti di un voto negativo al Poliambulatorio e non può essere consolatorio il fatto che comunque la Maggioranza voterà a favore.

 

Votazione: 13 Favorevoli 0 Contrari 6  Astenuti

Con lo stesso esito viene approvata l’immediata eseguibilità.

 

Il Presidente del Consiglio Bonini dice che i  punti 7,8,9 e 10 non verranno raggruppati.

 

Revoca Deliberazioni Consiliari  (era punto 8 OdG)

 

  • C.C. n. 49 del 06.08.2007 ad oggetto “Variante non sostanziale al Regolamento Urbanistico per area Poliambulatorio Asl e limitrofe”
  • C.C. n. 86 del 27.11.2007 ad oggetto “Variante non sostanziale al Regolamento Urbanistico per area Poliambulatorio Asl e limitrofe: approvazione finale”
  • C.C. n. 50 del 06.08.2007 ad oggetto “Piano Particolareggiato area Asl Poliambulatorio”
  • C.C. n. 87 del 27.11.2007 ad oggetto “Piano Particolareggiato area Urtat Poliambulatorio: approvazione finale”

 

 

Lupi  (Capogruppo Idee in Comune)

 

prende atto che il Consiglio Comunale fa cose arbitrarie infatti la documentazione inserita all’ordine del giorno fino a questa mattina non era disponibile e consultabile. Si dichiara contrario all’approvazione perché annullando le delibere si annulla la possibilità di realizzare il Poliambulatorio in quel luogo. Le delibere approvate nel 2007 in zona trentennale erano vincolate alla messa in sicurezza dell’area, che non è avvenuta; nella stessa zona si fanno distinzioni tra il Poliambulatorio, il palazzo giallo e la federartigiani ai quali il Comune ha mandato la sospensione dei lavori. Il progetto del 2007 può essere realizzato perché, voci di corridoio dicono che è arrivato il progetto per la messa in sicurezza dell’argine. Chiude dicendo che il suo voto sarà contrario per le informazioni parziali che vengono rilasciate e che, nonostante l’atteggiamento collaborativo della Minoranza, non permette di aiutare l’opera del Comune.

 

Semeria (Capogruppo Lega Nord) si associa al Consigliere Lupi e voterà contro.

 

Il Sindaco Simoncini suggerisce alla Minoranza di formare gruppo unico visto che votano sempre allo stesso modo. Vuole poi rispondere al Consigliere Lupi dicendo che le pratiche del 2007 sono presenti e se qualcuno le prende e spariscono, magari portandosele a casa, non è colpa del Sindaco. Il progetto del Genio Civile prevede, per la messa in sicurezza dell’argine, un muro alto 1 metro ed è quindi preferibile pensarci bene prima anche dal punto di vista dell’impatto visivo e comunque in questo momento non ci sono i fondi per poterlo realizzare. Il progetto a cui si riferisce Lupi che sta circolando in questo momento non riguarda quell’area ma la zona dell’Aulella. Come detto in precedenza, la zona di costruzione del nuovo Poliambulatorio è zona duecentennale il che significa, in ragione dei calcoli del genio civile, un innalzamento delle acque di 70 cm una volta ogni 200 anni, per questo si è deciso di innalzare di 240 cm la struttura in modo da poter realizzare sotto il Poliambulatorio delle zone adibite a parcheggi. Rassicura infine il Consigliere Lupi spiegando che l’annullazione di queste delibere non crea problemi al piano di costruzione dell’area, eventuali modifiche saranno valutate dalla commissione paritecnica.

 

Votazione: 13 favorevoli, 6 contrari e 0 astenuti.

Con lo stesso risultato si dichiara l’immediata eseguibilità.

 

 

Variazione non sostanziale al Regolamento Urbanistico area Poliambulatorio Asl e limitrofe, approvazione (era punto 9 OdG)

 

Il Sindaco Simoncini spiega trattarsi di una semplice formalità, la cui approvazione consegue necessariamente dall'approvazione del punto precedente.

 

Semeria (Capogruppo Lega Nord)

 

chiede all’Assessore Bertoncini se è sicuro che questa sarà l’ultima volta che si vota per questo progetto e legge quanto scritto dall’Uffico Tecnico “il tecnico incaricato della progettazione assevera che la variante non comporta variazioni quantitative ma vi è solo una nuova riorganizzazione “  spiega che il tecnico essendo di parte non può affermare niente in quanto controllato, ma spetterebbe al dirigente dell’Ufficio Tecnico e al responsabile del procedimento; spiega che la variazione comporta un’ ampia riorganizzazione delle superfici aumentando le dimensioni dell’immobile di circa 3 volte e dell’altezza di più del doppio di quello esistente.  Fa notare che nel vecchio progetto erano presenti degli standard che sul  progetto sono assenti in quanto la superficie dell’edificato nel perimetrato dell’Utoe aumenta sensibilmente. Dice che, nonostante nella delibera ci sia un impegno di spesa per indagini geologiche, idrauliche e ambientali, allegata agli atti manca la relazione ambientale. Manca la relazione di valutazione integrata con la firma del responsabile del procedimento Geom. Marcelli Mauro e la relazione del garante della comunicazione. Tutti questi documenti sono essenziali per adempiere alla legge regionale 1/2005 ed essendo questi mancati il suo voto sarà contrario.

 

Bertoncini (Assessore all'Urbanistica)

 

commenta che Consigliere Semeria ha dimostrato coraggio nel dire ciò che ha detto perché se si potessero dire in Consiglio Comunale tante cose senza essere denunciati forse non prenderebbe la parola nei prossimi Consigli.

Segue un battibecco tra il Consigliere Semeria e L’Assessore Bertoncini.

 

Caponi (Capogruppo Pdl)

 

prende atto di tutto ciò che è stato detto dal Consigliere Semeria e dice che voterà favorevolmente al progetto quando tutta la documentazione e gli atti saranno in regola, accessibili e chiari.

 

Lupi (Idee in Comune)

 

si associa a quanto detto dal Consigliere Semeria e aggiunge che agli atti manca la documentazione di deposito all’Urtat. Inoltre vengono revocate le delibere ma non la convenzione con l’Asl (il Sindaco precisa che si tratta di accordo di programma e non di convenzione). Nella variazione del Regolamento Urbanistico non si è tenuto conto che in data 28.04.2009 con delibera comunale si è approvato il bando di concessione di autorizzazione per punto vendita esclusivo di quotidiani e periodici ad Aulla, questa zona non è stata conteggiata nella Variante del Piano non considerandone i diritti di cui gode. Ribadisce le vecchie motivazioni e si dichiara contrario non alla costruzione del Poliambulatorio ma alla non completezza dei documenti con cui viene presentato il progetto.

 

Il Sindaco Simoncini spiega che la convenzione di cui parla il Consigliere Lupi si tratta in realtà di un accordo di programma atto a stabilire cosa fa il Comune e cosa invece fa l’Azienda Asl all’interno di accordi generali. Per quanto riguarda la concessione fatta all’edicola rimane tale anche se nel 2007 il funzionario incaricato non l’ha inserita all’interno del progetto. La delibera che si porta oggi in approvazione è stata fatta secondo quello che prevede la legge. Se la Minoranza vuole votare contro lo può fare ma si tratta di un voto contrario al Poliambulatorio.

 

Schianchi (Assessore all'Ambiente)

 

dice che questa amministrazione comunale si è trovata a confrontarsi con una situazione non semplice e molta burocrazia e si sta adoperando per affrontare al meglio con questa situazione. Per quel che riguarda il Poliambulatorio, quel che rimarrà sarà un’inspiegabile voto contrario della Minoranza a una grande opera pubblica importante per la Lunigiana in ambito di sanità.

 

Caponi (Capogruppo Pdl)

 

dice che votare il Poliambulatorio può voler dire tutto e non voler dire niente, nella struttura ci verrà un Pronto Soccorso strutturato in modo da rispondere all’assenza di un ospedale, ci verranno degli edifici degni delle sale della medicina generale e in ottemperanza con le leggi regionali e col 118? E perché un intero piano è dedicato alla Società della Salute?

 

Il Presidente del Consiglio Bonini precisa che il Pronto Soccorso non può essere costruito in quella struttura  perché deve rispondere a delle caratteristiche specifiche che lì non potrebbero essere rispettate. Per quanto riguarda l’intero piano dedicato alla Società della Salute crede che sarà poi ovvio lasciare degli spazi strettamente necessari a uso ufficio, mentre la maggior parte dello spazio sarà utilizzata per l’attività sanitaria.

 

Semeria (Lega Nord)

 

risponde a Schianchi dicendo che il fatto che il Poliambulatorio sia una struttura pubblica non lo esula dal rispettare le norme. La struttura, non è in regola e quindi non a norma.

 

Votazione: 13 favorevoli, 6 contrari e 0 astenuti.

Con lo stesso risultato si dichiara l’immediata eseguibilità.

 

 

Piano Particolareggiato area Asl Poliambulatorio, Adozione (era punto 10 OdG)

 

Il Sindaco Simoncini spiega che si tratta dell’adozione del Piano Particolareggiato riguardante la zona del Poliambulatorio.

 

Il Consigliere Lupi (Idee in Comune)

 

ribadisce le precedenti motivazioni, dichiara che nei Consigli Comunali precedenti mancava la documentazione del Piano di Recupero, non avendola visionata non può votare a favore.

 

Il Consigliere Semeria (Lega Nord)

 

legge nella delibera “il Piano Particolareggiato non è incompatibile con la pianificazione vigente adottato, che il Piano Particolareggiato è formato in piena coerenza con gli strumenti della pianificazione territoriale PIV PVC e PF” dice che già questa è una contraddizione, ribadisce che manca la documentazione prevista dalla legge regionale 1/2005.

 

Si passa alle dichiarazioni di voto:

 

Lupi (Capogruppo Idee in Comune)

 

si dichiara contrario non per motivazioni politiche ma per motivazioni di legge e procedurali. Dice che nel momento in cui le problematiche riguardanti i problemi procedurali verranno risolti, allora il suo voto sarà favorevole, ma oggi in mancanza di informazioni e documentazione non è possibile collaborare.

 

Votazione: 13 favorevoli, 6 contrari e 0 astenuti

 

 

Riadozione del Piano di Recupero del Centro Storico di Aulla - delibera Adozione C.C. n. 74 del 28.10.2008  (era punto 11 OdG)

 

Il Sindaco Simoncini spiega che si tratta della riadozione del Piano di Recupero del Centro Storico di Aulla riguardo alla nuova situazione del Poliambulatorio, la zona viene divisa in due parti specifiche: una del Poliambulatorio recepita come nel Piano Particolareggiato approvato precedentemente e l’area di recupero lungo l’Aulella.

 

Caponi (Pdl)

 

quando si avrà una visione più particolareggiata di come verrà il Poliambulatorio sarà poi fattibile anche adottare un Piano di Recupero.

 

Lupi (Idee in Comune)

contesta il fatto che la delibera n. 74 non è stata annullata e riadattata come le altre.

 

Votazione: 13 favorevoli, 5 contrari e 1 astenuti (Semeria)

 

 

Variante alla Normativa del Regolamento Urbanistico vigente: integrazione all’art. 26 zona VS Elicottero (era punto 12 OdG)

 

Il Sindaco Simoncini spiega che si tratta dell’individuazione della zona verde del campo sportivo per ospitare una piazzola di elisoccorso.

 

Caponi (Pdl)

 

chiede se la piazzola sarà ad uso solo della Protezione Civile o anche per la sanità (rispondono che sarà anche per uso sanitario) si chiede quindi come mai il nuovo Poliambulatorio non sia stato progettato per poter avere una zona di atterraggio sul tetto in modo da poter trasportare immediatamente il malato sull’elicottero evitando la dispersione di tempo che occorre invece per arrivare fino alla zona del campo sportivo. Anche se i centri ospedalieri specializzati si trovano a 400/500 Km di distanza, un paziente può essere prelevato direttamente da casa e trasportato in un centro in circa 20 minuti grazie all’intervento dell’elisoccorso che atterra direttamente sul tetto della struttura.

 

Il Presidente del Consiglio Bonini chiede perché debba essere costruita sul tetto del palazzo. 

La piazzola di elisoccorso deve trovarsi in una zona di facile accesso per le ambulanze. L’elisoccorso servirà prevalentemente per soccorrere in emergenza i pazienti da casa  o dalla strada dove hanno fatto un incidente, in questo caso per l’ambulanza è più facile arrivare alla piazzola dell’elisoccorso per essere poi trasportato in emergenza in un centro specializzato che non sul tetto del palazzo.

 

Petacco (Maggioranza)

 

dice che la variante è già stata discussa anche in Commissione Urbanistica dove si prevedeva la possibilità di utilizzare gli impianti sportivi del Comune, e quindi anche delle frazioni, per poter permettere l’atterraggio dell’elicottero, questa sera si mette in votazione questa possibilità oltre all’eventualità di una struttura per deposito materiale.

 

Lupi (Idee in Comune)

 

chiede di precisare se si tratta di piazzola occasionale o fissa. Un elicottero può atterrare ovunque previo autorizzazione del proprietario del terreno ed altri vincoli. Nel caso di piazzola fissa si devono garantire alcuni requisiti come la prevenzione incendi e in questo caso la vicinanza dei Vigili del Fuoco garantisce una certa sicurezza. Se si tratta quindi di piazzola fissa chiede che sulla delibera sia agGiunta la dicitura “conforme al decreto 01.02.2006 e alle normative vigenti”

 

Il Sindaco Simoncini spiega che l’Asl ha chiesto di individuare sul territorio delle aree adatte a ospitare una piazzola per elisoccorso e dopo aver scartato alcune ipotesi si è optato per la scelta del campo sportivo che, trattandosi di zona cinque centennale, non ha bisogno di misure di prevenzione particolari. Nulla vieta però la possibilità di creare in seguito altre piazzole per elisoccorso. Accoglie poi la richiesta del Consigliere Lupi, e viene aggiunta la dicitura da lui richiesta alla delibera.

 

Si procede alla votazione: 19 favorevoli, voto unanime.

 

Concessione Aree Cimiteriali per Costruzione Cappelle Gentilizie, Determinazione Valore (era punto 13 OdG)

 

Il Sindaco Simoncini spiega che si tratta di una delibera sottoposta al Consiglio Comunale per ovviare alla difficoltà degli uffici comunali a determinare il prezzo dei loculi cimiteriali; questa delibera servirà per normare e stabilire il valore del terreno dove poter fare delle Cappelle Cimiteriali. Chi vuole fare questo tipo di intervento dovrà pagare:

 

Campo A Cimiteri delle frazioni

 

  • se residente nelle frazioni comunali € 1.200 m2;
  • se ha proprietà immobiliari nel comune o è residente in un comune lunigianese € 1.700 m2
  • chi non rientra nei primi due punti € 2.400 m2

 

Campo B Cimitero di Aulla Capoluogo

 

  • se residente nelle frazioni comunali € 1.300 m2;
  • se ha proprietà immobiliari nel comune o è residente in un comune lunigianese € 1.800 m2
  • chi non rientra nei primi due punti € 2.600 m²

 

La durata massima della concessione è di 99 anni e la superficie massima di 22 m2. Tutti i prezzi sono stati confrontati e adeguati a quelli degli altri comuni lunigianesi.

 

Il Consigliere Moretti (Pdl) chiede il motivo per cui Albiano non è stata contemplata.

 

Il Consigliere Chiodetti (Maggioranza) spiega che nella zona al momento non c’è richiesta.

 

Il Consigliere Moretti (Pdl) approfitta della parola per lamentare il cattivo stato del Cimitero di Albiano e la necessità di intervenire per interventi di manutenzione.

 

Il Consigliere Caponi (Pdl) si dichiara favorevole

 

Si procede alla votazione: 19 favorevoli, voto unanime

Con lo stesso risultato si dichiara l’immediata eseguibilità.

 

 

Interpellanze ed Interrogazioni (Punto 15 dell'OdG, era il punto 6)

 

Il Presidente Bonini introduce l'ultimo punto all'ordine del giorno. Le interpellanze ed interrogazioni verranno discusse in ordine cronologico di presentazione.

 

La prima è l'interrogazione n.6 del 13/10 con richiesta di risposta scritta presentata da Matteo Ratti per Idee in Comune, relativa agli scarichi abusivi di immondizia nella zona della nuova stazione.

Ratti dice di accontentarsi della semplice risposta scritta, e vista l'ora tarda rimanderà ad una prossima seduta le altre interpellanze,a risposta orale, che aveva presentato.

 

Il Presidente Bonini  assicura che nel caso scadano i termini le interpellanze verranno comunque riprese nel prossimo Consiglio Comunale.

 

Lupi (Idee in Comune) presenta una interpellanza a risposta orale sulle determine dirigenziali 475-476-480-481. (qui il testo)

Queste determine sono comprese in un elenco pubblico pur non essendoci un verbale disponibile. Chiede che vengano annullate.

 

Sindaco Simoncini

 

La det. 475 sarà sicuramente annullata.

Le altre saranno riviste dal dirigente nuovo, sarà mia cura comunicare direttamente a Lupi appena saranno firmate dall'Ingegnere.

 

Lupi (Idee in Comune)

 

La det.481 prevedeva la delega delle funzioni dal dirigente Lazzerini al geometra Marcelli il 28/9 immediatamente prima di entrare in servizio all'Erp.

Ci sono atti come l'aumento ore part-time, presi durante il periodo di vacanza per Lazzerini che non li ha corretti.

Colla det. 475 si delegava l'architetto Ferrari per la Variante al Piano Urbanistico nell'Area del Poliambulatorio, il Piano Particolareggiato Area Asl-Poliambulatorio e il Piano di Recupero Centro Storico.Il deposito all' Urtat è stato rifatto totalmente con documentazione nuova.

 

Interpellanza Caponi (Pdl)

 

Riguarda il problema dell'inquinamento acustico causato dal passaggio dell'autostrada della Cisa vicino al centro abitativo di Albiano Magra. Chiede quali interventi in base alle normative vigenti intenda compiere l'amministrazione per ovviare al disagio.

 

Schianchi (Assessore all'Ambiente)

 

siamo in attesa  del rinnovamento della convenzione colle Autostrade. Sono previsti degli investimenti per la nuova bretella autostradale lungo il tratto di tre chilometri Albiano-Stadano, e dovrebbero essere installate barriere fonoassorbenti.

 

Lupi (Idee in Comune) richiede la risposta scritta dell'Assessore ai Lavori Pubblici Giovannoni per la sua interrogazione, che riguarda anche l'inquinamento acustico ad Albiano.

Qui il testo dell'interrogazione, e qui la risposta.

 

La successiva interrogazione, sempre presentata da Caponi (Pdl), riguarda lo stato del nuovo polo scolastico di Albiano.

Chiede se lo sterrato e la strada di collegamento sia agibile a mezzi privati e di emergenza, se sia stato rilasciato dai Vigili del Fuoco il Certificato Protezione Incendi, se le aule siano insonorizzate come era stato dichiarato, se le porte-finestre siano funzionali all'uso scolastico e se visto lo sviluppo demografico di Albiano non siano state previste aule di emergenza rispetto alle cinque realizzate. La domanda era rivolta all'Assessore ai Lavori Pubblici Giovannoni; risponde l'Assessore Esterno Bonatti.

 

Bonatti (Assessore Esterno con Delega all'Istruzione)

 

Per lo sterrato al momento non si può fare molto, solo interventi per alleviare il disagio, bisogna aspettare la conclusione dei lavori.

Non è stato possibile consegnare domanda di sopralluogo (perchè?) per ottemperare ai controlli richiesti per ottenere il Certificato.

Le aule sono state costruite con materiali fonoisolanti. Il problema del rumore potrebbe essere causato da un effetto di riverbero delle travi . L'impresa è disposta a lavorare anche il sabato senza maggiorazione per risolvere il problema.

Se le porta-finestre siano funzionali è un giudizio personale –  la precedente amministrazione, il Sindaco Simoncini e gli Assessori Tasso Vivaldi Galeazzi e Marinetti erano d'accordo. La nuova direttrice ha espresso dei dubbi ma le maestre e le mamme si erano dimostrate d'accordo con la scelta. Il progetto generale prevederebbe un nuovo edificio, in caso di emergenza potremmo usare l'aula laboratorio.

 

 

Caponi (Pdl)

 

Dice che per essere un impianto nuovo, ha molti problemi. Chiede se c'è il certificato di agibilità ed abitabilità.

 

Lupi (Idee in Comune)

 

ha presentato anche lui in data 19/11/2009  una interpellanza sulla situazione della scuola di Albiano, chiedendo risposta scritta a Giovannoni. Qui il testo dell'interpellanza.

 

Bonatti  (Assessore all'Istruzione)

 

Ribadisce che ottenere il certificato prevenzione incendi è molto complicato, e richiede un gran numero di controlli, ma  è solo questione di tempo. Conta di avere anche questo entro la fine dell'anno. Tutto il resto verrà realizzato entro 75 giorni. Non ci saranno problemi per fornire i dati relativi all'agibilità.

 

Moretti (Pdl)

 

Sottolinea il disagio decine delle famiglie che portano i piccoli in un piazzale allagato in mezzo ad acqua e fango.Non ci tranquillizza sapere il polo scolastico è nuovo ed è già poco agibile. Almeno bisognerebbe  togliere il fango.

 

Bonatti risponde che sarà fatto immediatamente.

 

Le prossime due interpellanze riguardano questioni d'organico e vengono presentate insieme.

 

Semeria  (Lega Nord)

 

In una precedente interpellanza aveva chiesto di sollecitare l'aumento delle ore di lavoro ai dipendenti comunali assunti con contratto part-time – alcuni da più di dieci anni. Il sindaco si era impegnato ad aumentare le ore ai dipendenti precari, di concerto colle rappresentanze sindacali, seguendo il criterio dell'anzianità di servizio.

 

Caponi (Pdl)

 

Rileva come la nuova pianta organica sia stata approvata senza consultare i Consiglieri di Minoranza. Chiede se la nomina del dirigente di settore a urbanistica e lavori pubblici sia condivisa dall'intera Giunta, come mai in considerazione del carico di responsabilità al dirigente sia stato preparato un contratto di lavoro part-time, quale sia stato il criterio per l'aumento di ore settimanali ai dipendenti part-time.

 

 

Martorini (Assessore Bilancio)

 

A Semeria: c' è stato il blocco dei turnover.

Non sono stati sostituiti i pensionati, le ore sono state spalmate. I part-time erano tanti. E' stato considerato il criterio dell'anzianità di servizio ma c'era anche la necessità di intervenire in quei settori lasciati scoperti da pensionamenti e maternità. Detto ciò abbiamo cercato di fare una variazione di bilancio per soddisfare anche gli altri ma il fondo per il personale è estremamente vincolato. Ad aprile avremo un nuovo pensionamento, mi prendo l'impegno con voi e con loro di di dare soddisfazione anche agli altri.

 

Riguardo a Pepe, il suo curriculum è ottimo e la sua scelta è unanimemente condivisa. Considerato il carico di lavoro che l'accorpamento di urbanistica e lavori pubblici  comporta si sta pensando a soluzioni diverse dal part-time.

 

Caponi (Pdl)

 

Ritiene Pepe una buona scelta ed è contento che si stia pensando a valorizzare ulteriormente la sua esperienza. Sull' aumento delle ore ai part-time dice che, senza nulla togliere ai sindacati, si poteva consultare direttamente i lavoratori.

 

Semeria  (Lega Nord) 

 

Il blocco del turnover è una conseguenza del blocco di assunzioni nella finanziaria. Le ore si potevano spalmare su tutti i soggetti. Martorini è del Pd, un partito che si fà forte dei suoi legami col sindacato (la Cgil) che si presenta come bandiera dei precari. Sarebbe stato utile un maggiore sforzo, dispiace per i giovani che hanno bisogno di stabilità per costruirsi una famiglia.

 

Caponi (Pdl)

 

Presenta un interpellanza sui lavori di somma urgenza deliberati dalla Giunta per le fognature di Caprigliola. L'interpellanza chiede che il Consiglio sia informato:

-        sull'avanzamenti dei lavori del primo lotto delle fognature;

-        per quale motivo il cantiere, avviato in periodo pre-elettorale, sia ancora d'intralcio al passaggio;

-        la disponibilità finanziaria per il completamento dei lavori e l'entità del finanziamento assegnato dalla Regione Toscana;

-        quando l'amministrazione intenda iniziare i lavori del secondo lotto in Via sotto i Po'

-        quando l'amministrazione intenda intervenire all'interno dei borghi sulla rete fognaria soggetta a frequenti pedite di materiale inquinante.

 

Giovannoni (Assessore ai Lavori Pubblici)

 

Risponde che per il primo lotto il 20% della spesa è stato sostenuto dalla Regione Toscana. Per il secondo lotto non ci sono i soldi. Sono già stati messi a bilancio, ma fino a che non ci sono i lavori non possono iniziare. Non risponde sull'avanzamento dei lavori del primo lotto.

 

Caponi (Pdl)

 

Dice che la delibera assegna solo 93.500 per il secondo lotto; sono pochi. Bisognerò far saltare dei lastroni, far passare tubi nei borghi. Vuole sapere chi effettuerà gli interventi.

 

Lupi (Idee in Comune) e il Sindaco Simoncini discutono sulla provenienza dei soldi per il primo lotto, che non si trovano nel bilancio 2009. Simoncini dice che si tratta di soldi raccolti nel 2008 per interventi pre-elettorali che sono stati girati per coprire i danni alluvionali; provengono quindi dal bilancio dell'anno precedente.

 

Con la successiva interpellanza (qui) il Consigliere Lupi (Idee in Comune)

 

chiede a Bertoncini e Chiodetti di relazionare in merito alla riunione della Commissione Paritetica sulla variante al piano strutturale tenutasi a Firenze il 21/10.

 

Bertoncini (Assessore all'Urbanistica)

 

La Commissione Paritetica aveva trovato delle incongruenze col PTC (Piano Territoriale di Coordinamento) della Provincia. Il Comune si è impegnato a portare delle modifiche che appianerebbero i contrasti. Lupi  chiede a brevi linee l'iter delle modifiche.

Bertoncini risponde che gli uffici faranno i controlli dei volumi, invieranno le modifiche alla Provincia ed una volta ottenuto l'assenso riporteranno il piano in Consiglio Comunale per l'approvazione, e solo dopo verrà pubblicato.

Bertoncini dice che la discussione è stata molto positiva e pacata. Laddove in precedenza eravamo abituati ad un muro contro muro fra la Provincia e il Comune, adesso lavoriamo in spirito di collaborazione, cosa che ci permetterà di risparmiare molto tempo. Per il Verbale ci vuole del tempo in quanto gli uffici sono impegnati coll'approvazione del regolamento urbanistico (?).

 

Il Sindaco Simoncini

 

La Commissione Paritetica ha preso atto dell'accordo delle amministrazioni. Quanto ci viene chiesto riguarda soprattutto le aree agricole. Una volta verificata la compatibilità col piano PTC della Provincia porteremo il piano strutturale in Consiglio per l'approvazione finale.

 

Bertoncini (Assessore all'Urbanistica)

 

Dopo che la Provincia ci darà l'ok sarà utile convocare la commissione urbanistica per fare un resoconto alla Minoranza.

 

Chiodetti (Presidente Commissione Urbanistica)

 

Il passaggio in Commissione Urbanistica è obbligatorio. Propone di portare un rappresentante della Minoranza all'incontro colla Provincia.

 

Il Presidente Bonini chiede a Lupi di rimandare al prossimo Consiglio l'interpellanza sulle 66 delibere di Giunta di cui non era presente il verbale. Lupi dice che gli sta bene trasformare l'interpellanza da orale a scritta; si accontenterà quindi di una relazione che risponda ai punti sollevati. Ritiene che  queste delibere introducano implicitamente delle variazioni di bilancio, e che questo sia molto grave.

 

 

Lupi (Idee in Comune)

presenta infine l'interrogazione a risposta orale "Stato bonifica e disponibilità aree Cjmeco presso la Colombera di Pallerone".

Qui il testo.

 

Il Sindaco Simoncini

risponde in ordine:

 

-        L'ordinanza di messa in sicurezza della Cjmeco è ancora vigente e non è stata modificata;

-        Non esistono aree sotto sequestro;

-        L'unico ad avere le chiavi e a poter entrare nell'area è un boscaiolo autorizzato dal Demanio per tagliare il bosco;

-        L'Amministrazione ha le chiavi ma non ha autorizzato nessuno ad entrare.

-        All'Amministrazione non risulta;

-        Il sopralluogo si potrà fare senza alcun problema, con la presenza della Minoranza;

-        Azioni messe in atto al fine della bonifica del sito: il Demanio è responsabile, secondo il decreto Ronchi. Il Comune si sta muovendo su più fronti: l'ufficio tecnico ha indetto una gara per la bonifica, delle cui spese il Demanio dovrà farsi carico in toto. Le spese previste sono di 6.000.000 €, il primo lotto di 1.200.000 € è stato regolarmente realizzato.Inoltre il Comune sta valutando un bando regionale, i cui termini scadono a marzo, per la sostituzione delle coperture in Eternit. Lupi chiede se il sito sia sottoposto a curatela fallimentare. Ai legali del Comune non risulta che il sito sia sottoposto ad alcun tipo di curatela; Simoncini ribadisce poi che la proprietà è e rimane del Demanio, e il Comune si sta semplicemente muovendo per suggerire al Demanio delle strade percorribili. Il Comune non è proprietario dell'area .

 

Si conclude decidendo una visita della Commissione Ambiente al sito entro 15 giorni.

 

Il Consiglio finisce alle ore 03:15 del primo dicembre.

Commenti (0)
Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti!
 

Archivio

Rassegna stampa

Comune di Aulla

Operazione Trasparenza Comune di Aulla

Ultimi Post Forum

by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
Powered by JoomlaMe

Mondo

quercia2.jpg

pace