1024 Idee in comune - Committente elettorale: Pedrini MIlena

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
1024 Idee in comune Aulla Un nuovo modo di vedere la politica

Convocazione Commissione Urbanistica martedì 6 marzo 2012 ore 17.30

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

 

Vi ricordiamo che la seduta è aperta al pubblico che può assistervi senza intervenire.

Vi invitiamo a partecipare numerosi: si discuterà della risistemazione delle aree ex ferroviarie, dell'ubicazione delle scuole e di altri edifici pubblici (punto 2 dell'ordine del giorno)

Di seguito il testo della convocazione (clicca sull'immagine per ingrandire)

 
   

Scuole di Aulla: Stato dell'arte e proposta di ubicazione futura.

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 

Si pubblica copia della lettera aperta inviata in data odierna all'assessore Bonatti in merito a quanto dallo stesso dichiarato alla stampa in risposta alla nostra richiesta di delucidazioni relative alla agibilità del Palazzo Centurione che doverosamente rassicurino i genitori degli studenti, i quali giustamente, visto quanto occorso, temono per la sicurezza dei figli.

clicca sull'immagine per ingrandire

   

Approvata la mozione per la richiesta di rilascio di permesso di soggiorno temporaneo

E-mail Stampa PDF

Il 29 dicembre 2011 il Consiglio Comunale di Aulla ha approvato con 13 voti favorevole e 1 di astensione la mozione presentata e sottoscritta da tutti i gruppi consigliari e alla cui stesura hanno lavorato diversi volontari, riguardante la richiesta di rilascio di un permesso di soggiorno umanitario e temporaneo per i 20 ragazzi arrivati da Lampedusa e attualmente presenti nel Comune di Aulla.

Di seguito il testo della mozione:

Aulla
Al Segretario Comunale Dott. Piero Leoncini
Al Sindaco del Comune di Aulla Dott. Roberto Simoncini
Al Presidente del Consiglio Comunale Dott.ssa Marusca Bonini

MOZIONE

Premessa
In seguito al conflitto libico oltre 25.000 persone hanno raggiunto le coste del nostro paese. Si tratta in grande maggioranza di cittadini di vari stati africani risiedenti da molti anni in Libia per motivi di lavoro, costretti ad imbarcarsi per sfuggire alle violenze o spesso caricati colla forza sui barconi dalle milizie di Gheddafi dopo essere stati privati di denaro e documenti.
La gestione dell'emergenza si è svolta al di fuori del circuito normale del riconoscimento del diritto d'asilo: il Governo ha demandato l'accoglienza alla Protezione Civile, il cui piano prevedeva la distribuzione per quote dei profughi in tutto il territorio italiano, ed ha avviato per ognuno di loro un percorso di riconoscimento della Protezione Internazionale.
A giugno il comune di Aulla ha accettato di ospitare 20 ragazzi, che sono stati alloggiati presso la RSA Michelangelo in Via Barcara 36. 
I ragazzi, di età variabile fra i 18 e i 30 anni, provenivano da Mali, Costa d'Avorio, Gambia e Mauritania; fra di loro condividevano una lingua orale (il Bambara) ma erano quasi tutti analfabeti e la loro conoscenza del francese, teoricamente lingua ufficiale in quasi tutti i paesi d'origine, era molto scarsa.
Se la struttura garantiva vitto e alloggio, fin da subito forte e decisivo è stato l'impegno dei volontari. Durante l'estate un gruppo di maestre ha assicurato quasi ogni mattina lezioni di italiano, mentre il pomeriggio altri volontari seguivano i profughi nello svolgimento degli esercizi assegnati. 
Oggi tutti i ragazzi sanno leggere e scrivere, parlano e comprendono l'italiano, in qualche caso con notevole proprietà. Sono poi state organizzate diverse attività, ed anche uscite di gruppo, per esempio al Mama Africa di Mulazzo, e durante il fine settimana.
Coll'aiuto di un avvocato è stato possibile inoltre preparare singolarmente i ragazzi all'audizione presso i comitati territoriali, aiutandoli a capire scopo e forma della seduta, ad individuare gli elementi della loro storia che potessero essere utili ai fini del riconoscimento della Protezione Internazionale e in generale ad essere consapevoli dei propri diritti.
E' proprio dall'ascolto di queste storie che è venuto fuori come le attività lavorative svolte in Libia fossero quasi sempre fonte esclusiva di mantenimento per le famiglie nel paese d'origine.
La maggior parte dei ragazzi ha ormai ricevuto la risposta della commissione territoriale. Se sei fortunati hanno avuto un permesso di un anno e, iscritti al collocamento, hanno già iniziato a cercare lavoro, undici hanno invece ricevuto un diniego. Per tutti loro è stato presentato appello nei termini previsti dalla legge. 
E' facile capire come una conferma di questo rifiuto in un grado finale di giudizio avrebbe l'effetto di vanificare tutto il lavoro svolto e consegnerebbe questi ragazzi, che non possono nè vogliono tornare in quei paesi d'origine da cui mancano da tanto tempo, a circuiti legati alla criminalità, alimentando di fatto quella zona d'ombra della clandestinità che si dice di voler combattere.
Una soluzione positiva di questa situazione è quindi nell'interesse di tutti.
Rimasti senza denaro e documenti in seguito alla traversata, i ragazzi hanno espresso da subito la volontà di rimanere in Italia, in modo da poter continuare a provvedere alle loro famiglie da qui. Sono persone che in caso di espulsione non saprebbero dove andare e dove tornare, mancando dai loro paesi da anni e spesso dopo avere passato varie traversie. Un’eventuale proposta di rimpatrio assistito nei loro confronti avrebbe dovuto essere avanzata, eventualmente, solo al momento dell’arrivo in Italia, con le adeguate garanzie, e non dopo vari mesi di permanenza con conseguente percorso di inserimento sul territorio. 

Per questi motivi lo scrivente  
RICHIAMA
lo sforzo economico, sostenuto dallo Stato italiano, e l’impegno umano profuso da molti dallo scorso giugno fino ad oggi.
SOTTOLINEA che la scelta della Regione Toscana di distribuire nei piccoli comuni, ed in particolare nelle nostra realtà lunigianesi, è l’inizio di un percorso che non può essere interrotto, rendendo vane tutte le attività intraprese fino ad oggi.
RITIENE che l’accoglienza e l’integrazione degli immigrati possa essere vista come una risorsa oltre che un semplice dovere umanitario.
SOTTOLINEA che l’impiego di energie e il coinvolgimento affettivo, emotivo e relazionale di tanti non debba andare disperso.
IMPEGNA
Il Sindaco, il Presidente del Consiglio, la Giunta Comunale, i gruppi politici, il Consiglio Comunale, a mobilitarsi per chiedere in tutte le sedi istituzionali opportune e necessarie una soluzione positiva al percorso di accoglienza intrapreso; tale soluzione, promossa e sostenuta livello regionale, sia resa comune e condivisa dai diversi attori locali e territoriali.
Che questa possa offrire la possibilità concreta a questi ragazzi di lavorare regolarmente nel nostro territorio comunale, magari in quegli ambiti o in quelle forme dove la manodopera è scarsamente reperibile, contribuendo attraverso il pagamento delle imposte a risarcire se pur parzialmente le nostre istituzioni e la collettività.
Per questo, chiediamo l'immediato rilascio di un titolo di soggiorno umanitario attraverso l'istituzione della protezione temporanea (art 20 TU) o le altre forme previste dall'ordinamento giuridico, e l'adesione delle istituzioni comunali al documento dell' ASGI (Associazione Studi Giuridici sull' Immigrazione) in allegato, che va in questa direzione.

Ai seguenti link potete trovare le petizioni da firmare a favore del rilascio del titolo di soggiorno agli stranieri provenienti dalla Libia e dai paesi arabi in rivolta:

http://www.meltingpot.org/articolo17149.html

http://www.asgi.it/home_asgi.php?n=1933&l=it

Non dimenticate anche la campagna "L'Italia sono anch'io" che raccoglie le firme per 2 proposte di legge:

norme per la partecipazione e il diritto di voto

e norme sulla cittadinanza per i nati in Italia da genitori stranieri

Ecco il link:

http://www.litaliasonoanchio.it/

 


Pagina 10 di 23

Archivio

Rassegna stampa

Comune di Aulla

Operazione Trasparenza Comune di Aulla

Ultimi Post Forum

by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
by nipon
Jun.20.10
Powered by JoomlaMe

Mondo

quercia2.jpg

pace

1024 Newsletters







Ultimi Eventi

Nessun evento

Eventi del mese

Giugno 2017
D L M M G V S
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 1

Chi è online

 51 visitatori online

Statistiche

Tot. visite contenuti : 1031146